comunicazione politica, spindoctoring e dintorni | Elezioni Sicilia sondaggi: Centrodestra avanti, segue il M5S. Flop del Pd
3220
post-template-default,single,single-post,postid-3220,single-format-aside,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive

Elezioni Sicilia sondaggi: Centrodestra avanti, segue il M5S. Flop del Pd

FONTE AFFARITALIANI.IT

Ottimismo nel Centrodestra in vista delle elezioni regionali siciliane di domenica 5 novembre. Secondo quanto Affaritaliani.it è in grado di rivelare, i sondaggi in mano a Nello Musumeci“#Diventeràbellissima”(lista che si richiama ad una frase celebre di Paolo Borsellino riferita alla Regione Sicilia), danno il Centrodestra, qualora fosse unito e comunque senza Angelino Alfano, in testa con il 33% dei voti. Giancarlo Cancelleri, candidato Governatore del Movimento 5 Stelle, sarebbe al secondo posto con il 31% dei consensi. Il Centrosinistra allargato, Pd e altri, che non ha ancora un candidato, raccoglierebbe uno scarso 20%. In vista del voto, però, ci sono ancora alcune incognite. La prima è che cosa farà Alternativa Popolare anche se è vicinissima l’intesa tra il ministro degli Esteri e il Pd. Attenzione, però, perché se entra Alfano potrebbe uscire dalla coalizione la sinistra radicale visto che Articolo 1-Mdp, sia in Sicilia sia per le Politiche, ha escluso ogni tipo di alleanza con Ap. Per il Pd, comunque vada a finire la partita delle alleanze, appare molto difficile recuperare.

Nel Centrodestra, invece, insieme alla lista “#Diventeràbellissima” di Musumeci, già pronta, sta per nascere una seconda lista formata da Fratelli d’Italia e da NoiConSalvini, che hanno utilizzato lo stesso schema anche per le Comunali di Palermo. La legge elettorale regionale prevede uno sbarramento al 5% quindi né la Meloni né Salvini possono permettersi di correre da soli e quindi la lista unitaria, a sostegno di Musumeci, è la strada che si sta percorrendo. Da valutare eventuali nuovi ingressi. Resta il punto di domanda su Forza Italia. Silvio Berlusconi ha dichiarato che passerà un mese in Sicilia a girare l’isola in campagna elettorale e, nonostante Gianfranco Micciché starebbe ancora tentando di trovare in extremis un’intesa un accordo con Alfano, pare proprio che alla fine anche gli azzurri convergeranno su Musumeci. Se le cose andassero davvero così le Regionali in Sicilia sarebbero davvero l’antipasto delle Politiche, con i 5 Stelle, il Centrodestra unito e il Pd insieme ad Alfano e probabilmente la sinistra radicale con un proprio candidato alternativo.

 

 

 

 

No Comments

Post A Comment