TREMESTIERI, DI STEFANO: «IL MIO PATTO CON LA COMUNITÀ PER UN PROGETTO SERIO E TRASPARENTE» - comunicazione politica, spindoctoring e dintorni
Ultime notizie su politica
notizie, news
2777
post-template-default,single,single-post,postid-2777,single-format-standard,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive

TREMESTIERI, DI STEFANO: «IL MIO PATTO CON LA COMUNITÀ PER UN PROGETTO SERIO E TRASPARENTE»

«Sono innamorato di Tremestieri, e oggi, attraverso quest’incontro, voglio siglare un vero e proprio patto con la comunità per rigenerare e migliorare questo paese, potenziando i servizi, la qualità della vita, le strutture pubbliche – con la priorità degli istituti scolastici – e le aree comuni». Questi i punti cardine del progetto civico di Sebastiano Di Stefano che ieri, in Piazza Dante, ha aperto la sua campagna elettorale: “#ioscelgodistefano perché”, il nome dell’evento che ha visto la partecipazione di gran parte della comunità tremestierese e della società civile per condividere idee, progetti, speranze. Un momento di confronto e partecipazione per i cittadini che hanno potuto conoscere i volti e le voci dei candidati delle liste a supporto di DiStefano: Sicilia DemocraticaNuova Luce su TremestieriLa gente in primo Piano e Tremestieri Più. Ad aprire l’incontro proprio il candidato sindaco che ha voluto accanto a sé gli assessori designati Agata Aiello e Francesco Del Zoppo, che a loro volta si sono presentati alla platea e hanno illustrato il programma per il futuro. Poi la parola è passata ai candidati che hanno messo in luce le motivazioni che li hanno spinti a sposare il progetto di Sebastiano Di Stefano. Durante l’incontro sono intervenuti anche alcuni esponenti del Partito Democratico, che hanno rinnovato il proprio sostegno alla candidatura del giovane tremestierese: «Puntare su Sebastiano Di Stefano significa scegliere una persona che conosce il paese e che ha le qualità e le competenze per guidarlo – ha affermato il deputato regionale del Partito Democratico Anthony Barbagallo  –  Tremestieri ha sofferto tanto negli ultimi anni per via di diverse gestioni commissariali e amministrazioni che si sono interrotte in maniera traumatica: adesso serve una svolta per ritrovare un equilibrio politico. La squadra guidata da Sebastiano possiede tutti i requisiti per risolvere le criticità del territorio e ritrovare fiducia nelle istituzioni. In ogni campagna elettorale la storia si scrive nelle ultime settimane, adesso più che mai occorrono forza, lucidità ed entusiasmo per vincere questa sfida. Anche un solo voto può fare la differenza». A mettere in luce la competenza del candidato sindaco anche l’onorevole del PD Concetta Raia: «Sostengo Di Stefano perché è un giovane che può dare tanto al territorio – ha sottolineato – attraverso i suoi valori farà riavvicinare le nuove generazioni al paese e alla politica. Tremestieri merita un profondo e sostanziale cambiamento e Di Stefano e la sua squadra, composta da tante facce pulite, rappresentano la scelta giusta». A mettere in evidenza la nuova politica di cui Di Stefano si fa portavoce, il deputato del PD  Luisella Albanella: «Il progetto politico di Sebastiano Di Stefano è in discontinuità rispetto al passato. Da cittadina di Tremestieri Etneo dico che questo comune non è stato amministrato come si dovrebbe, per questo motivo spero che possa avvenire un cambio di rotta attraverso questo progetto vincente”. Il candidato sindaco ha poi preso parola, scendendo tra la gente: “Tremestieri deve fare squadra: spero di riuscire a trasmettervi l’ardore che ho dentro e la mia grande voglia di fare. Il nostro è un progetto serio e trasparente che mira solo al bene della comunità partendo dal recupero del centro diurno per gli anziani, al ripristino di strutture che possano incentivare i giovani a non scappare, ma a vivere il proprio paese. Questo è il nostro obiettivo. Che vinca Tremestieri».

 

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.